Assegno di maternità

Si tratta di una prestazione che spetta alle madri cittadine italiane, comunitarie (con attestato di soggiorno regolare ai sensi del D. Lgs. n. 30 del 6/2/2007), extracomunitarie in possesso di carta di soggiorno di lungo periodo CE, extracomunitarie in possesso della carta di soggiorno per familiare di cittadino dell'Unione quinquennale oppure della carta di soggiorno permanente per familiari non aventi la cittadinanza di uno Stato membro, residenti nel comune di Lamezia Terme, che non hanno diritto ad alcuna indennità di maternità ad altro titolo, o che hanno copertura previdenziale per la maternità solo parziale. In questo caso verrà concesso un assegno pari alla differenza fra l'indennità percepita e il totale dell'assegno di maternità spettante.

L'assegno deve essere richiesto entro 6 mesi dalla nascita del bambino.

A Chi Rivolgersi:

a decorrere dall'annualità 2015, a seguito di avviso che verrà pubblicato prossimamente dopo la comunicazione dei nuovi parametri reddituali, la domanda dovrà essere presentata solo ed esclusivamente presso gli sportelli di front-office del Settore Politiche Sociali, siti in Corso Numistrano (tel 0968 207616-607), nei seguenti giorni:

  • Lunedi- Martedi - Giovedi dalle 8.30 alle 11.30
  • Giovedi dalle 15.30 alle 17.30. .

La richiesta va effettuata entro 6 mesi dalla nascita del bambino, allegando la seguente documentazione:

  • attestazione ISEE corredata da Dichiarazione Sostitutiva Unica
     
  • copia del documento di identità del richiedente
     
  • copia della carta di soggiorno, per le cittadine straniere (la cittadina non comunitaria che sia in attesa del rilascio della carta di soggiorno CE, può presentare, entro sei mesi dalla nascita o adozione, la domanda di assegno di maternità allegando la fotocopia della richiesta del titolo di soggiorno e la ricevuta del pagamento effettuato; tale domanda è tenuta in sospeso fino all'esibizione del titolo (in forma elettronica o cartacea) da parte dell'interessata)  
     
  • Codice IBAN a nome della richiedente o cointestato per l'accredito delle spettanze

 

 

data ultima modifica: 
Martedì, 2 Agosto, 2016 - 16:00